Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Bino Rebellato, Ritratto di un Poeta

Data:

10/04/2008


Bino Rebellato, Ritratto di un Poeta

Per celebrare la Giornata Mondiale della Poesia (UNESCO)

Omaggio al Poeta Bino Rebellato

Bino Rebellato - ritratto di un poeta (2006)

Un film di Alessandro Bettero con Beppe Casales (colore, 4:3 Pal, durata 54 minuti).

"Bino Rebellato-Ritratto di un Poeta" è il titolo del film sull'intellettuale cittadellese che è stato proiettato alla 63. edizione della Mostra del cinema di Venezia.

Il film-documentario prodotto da Amelia Fiorenzato per Vip Mediacom in collaborazione con Rai e Istituto Luce, è un omaggio all'opera del poeta ed editore Albino "Bino" Rebellato (Cittadella, 1914-2004) che è stato, nella seconda metà del Novecento, un protagonista di spicco della cultura e della letteratura italiana. In veste di editore, Rebellato pubblicò, tra gli altri, Piero Chiara, Aldo Palazzeschi, Lalla Romano, Dino Buzzati, Manara Valgimigli, Carlo Betocchi, e le lettere inedite inviate a Marino Moretti dal Premio Nobel Grazia Deledda. La docu-fiction, basata su opere originali dello stesso Rebellato (interpretato dall'attore Beppe Casales), ne delinea un profilo biografico: dagli anni giovanili della formazione a quelli eroici della Resistenza sotto l'occupazione nazista, dall'attività di editore e organizzatore culturale fino a un'indagine sui motivi portanti della sua poesia. La ricostruzione storica, che ha visto l'utilizzo di oltre cento comparse, si alterna a immagini d'archivio e agli interventi di Andrea Zanzotto, Giovanni Raboni, Giorgio Barberi Squarotti, Gianni Conz, Gualtiero De Santi, Otello Fabris, Franco Lanza e Giovanni Lugaresi.

Le riprese sono state effettuate a Cittadella, a Mirano, nell'oasi naturalistica di Maerne, sull'Altopiano di Asiago, a Fratta Polesine, e sulle Dolomiti bellunesi.

BINO REBELLATO IL POETA

Cennni biografici

Bino Rebellato è nato a Cittadella (Padova) il 15 gennaio 1914 nella frazione Vaccarie. Conclusa la guerra - che l'ha visto volontario della Libertà con il comando di un reparto partigiano della divisione Monte Grappa - ha intrapreso l'attività di editore curando collane di prosa, poesia e saggistica e pubblicando opere di autori famosi: Aldo Palazzeschi, Diego Valeri, Dino Buzzati, Giovanni Comisso, Grazia Deledda, Giuseppe Mesirca e molti altri. Nel 1951, assieme a Diego Valeri ed Aldo Camerino, in un caffè cittadellese fondò il premio di poesia Cittadella e ricevette, a sua volta, il "Premio nazionale Siena di poesia".

La carriera di poeta di Bino Rebellato iniziò precocemente: i primi componimenti risalgono agli anni del ginnasio. In seguito produsse una ventina di opere letterarie di grande interesse e alcune magistrali raccolte: Inni brevi alla gioia (1933-1934), Poesia (1949-1954), Da me stesso assente (1950-1976), II tempo finito (19541959), Luoghi, ragioni (1959-1967), Mie non mie parole (1975-1977). Fra le più conosciute antologie di liriche edite da Rusconi che radunano la fitta produzione poetica dell'autore ricordiamo: Da una profonda immagine (1980), L'altro in noi (1980-1982), Non ho mai scritto il verso (1986).

una sua grande iniziativa:

IL PREMIO DI POESIA CITTADELLA

Nel 2001 la XXV edizione internazionale del Premio Cittadella di poesia 2001 andò al poeta milanese Giovanni Raboni. In precedenza hanno vinto e onorato il "Cittadella": Elio Filippo Accrocca, Siro Angeli, Gaetano Arcangeli, Fernando Bandini, Angelo Barile, Piero Bigongiari, Giorgio Caproni, Bartolo Cattafi, Raffaele Crovi, Luciano Erba, Enzo Fabiani, Luigi Fallacara, Giovanni Giudici, Adriano Grande, Margherita Guidacci, Mario Luzi, Giancarlo Majorino, Biagio Marin, Alda Merini, Silvio Ramat, Clemente Maria Rebora, Angelo Maria Ripellino, Nelo Risi, Amelia Rosselli, Maria Luisa Spaziani. E fra i poeti stranieri: Edmond Jabès (Francia), José Maria Valverde (Spagna); Charles Tomlinson (Inghilterra); Lars Gustafsson (Svezia).

Informazioni

Data: Gio 10 Apr 2008


206