Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Due giovani fotografi italiani alla scoperta del mondo e della natura

Data:

11/04/2019


Due giovani fotografi italiani alla scoperta del mondo e della natura

Una serata nel segno dei momenti di magia naturale captati dai due giovani fotografi italiani residenti a Tromsø, Alessandro Belleli e Ismaele Tortella.

La serata è organizzata in due parti, la prima con una presentazione individuale dei lavori di fotografia e video effettutati in giro per il mondo dai due fotografi. La seconda parte si concentra sull'attuale lavoro che stanno svolgendo insieme.

La serata è organizzata in collaborazione con Comites.

ISMAELE TORTELLA
Proiezione audiovisuale che ripercorre le avventure del fotografo e videomaker Ismaele Tortella alla scoperta del mondo naturale. Tutto inizia dall'aspro ma gentile Appennino italiano dove compie i suoi primi passi, per poi passare a contatto con lo stambecco ibero simbolo della meseta spagnola. Afflitto dalla sindrome di wonderlust si spinge fino alla Lapponia svedese per documentare la natura lappone, arrivando fino alla foresta subtropicale argentina conosciuta come selva misionera a contatto con le comunità indigene Mbya Guarani. Concludendo il suo viaggio nell'artico norvegese alla ricerca di aurore boreali e balene. Attraverso la fotografia e video si racconteranno varie storie di viaggi ed avventure per il mondo alla ricerca della natura selvaggia.

ALESSANDRO BELLELI
Proiezione audiovisuale che racconta i viaggi, le esperienze di vita e di ricerca del fotografo ed antropologo visuale Alessandro Belleli fra Danimarca, Groenlandia, Brasile e Norvegia. Il filo conduttore di questi viaggi è il tentativo di avvicinarsi alla natura umana in contesti molto diversi fra di loro: il cercare di capire come persone diverse vivono, creano significato ed intessono relazioni in questi luoghi. Il percorso passa attraverso: la fotografia storica dell’artico nella capitale danese; il reportage nelle località groenlandesi del deserto artico di Kangerlussuaq/Sisimiut; il film etnografico nella giungla metropolitana e digitale di San Paolo, i reportage sulla tundra norvegese, terra di Sami; i filmati di aurore e natura artica dalla bellezza disarmante; per ritornare in Groenlandia, con un breve reportage sulla capitale NUUK.

STORIE DELL'ARTICO
Alessandro e Ismaele si sono conosciuti a Tromso e lavorano insieme per raccontare diverse storie dell'artico attraverso l'utilizzo di video e le fotografie. Il loro primo progetto comune titolato "Looking for Mobydick" mostra una "classica giornata" alla ricerca delle balene nel nord della Norvegia del fotografo norvegese Espen Bergersen. Il secondo progetto, il film documentario “Sami Oil” narra la vita di Johan Isaac, un giovane padre e pastore Sami che vive nella fragile e maestosa natura artica, le difficoltà giornaliere nell’affrontare le sfide dei cambiamenti climatici ed i rischi legati all’industrializzazione petrolifera del Nord.

BIOGRAFIE

Ismaele Tortella è un giovane fotografo della costa Teatina. Cresciuto tra il mare Adriatico e gli Appennini del centro Italia. Crescendo la sua curiosità per la natura selvaggia lo portano a esplorare il mondo alla ricerca della cosiddetta “wilderness” nei posti meno conosciuti d’Italia, in vari paesi d’Europa e del mondo. Laureato all'Università degli Studi di Padova in Scienze Forestali lavorando nella ONG Copade a Madrid dedicata alla cooperazione allo sviluppo nel settore forestale. Ora si trova nell'artico norvegese lavorando come guida per le aurore boreali, aquile di mare e balene. Durante gli ultimi anni ha pubblicato vari reportage fotografici in riviste internazionali come Nat’s Image, NaturFoto e Asferico. Oltre alle pubblicazioni è stato selezionato in concorsi fotografici internazionali come Nikon Spagna, Montier en Der e EuroNatur. Nell’ultimo anno è stato invitato al programma televisivo di RAI3 GEO per parlare dell’ultimo video sull’artico norvegese.

Alessandro Belleli. Nato in Trentino nel marzo 1983, Alessandro Belleli è antropologo, fotografo e filmmaker dell’artico con un grosso punto debole: una profonda e sistematica attrazione verso il Sud.
I suoi viaggi cominciano nel 2001 e come comuni punti di partenza, hanno l’irrefrenabile curiosità e l’ostinata antropologica convinzione che la realtà sia immensamente più misteriosa di ciò che si possa osservare, che per cominciare a capire anche solo qualcosa di un luogo e delle sue persone ci si debba per forza prendere del tempo.
A partire dal suo primo viaggio nel 2001, negli ultimi 18 anni ha quindi vissuto, studiato e lavorato (ad un ritmo che varia dai 4 mesi a qualche anno) in diversi luoghi e città, fra i quali: la “calexicana” San Diego; la vibrante ed effervescente Utrecht; la superba, mugugnona ed affascinante Genova; il controllato ghiaccio bollente, i.e. Copenaghen; il confine di vita terrestre ed dell’umana sopravvivenza Kangerlussuaq in Groenlandia; la tropicale immensa giungla di cemento di San Paolo ed infine la capitale dell’artico norvegese, Tromsø, dove risiede dal 2013.
Dal 2010 si occupa di fotografia, della rappresentazione dell’artico e di creatività. Dal 2018 è il responsabile della comunicazione e della competenza media per Tvibit, il principale centro per la competenza e produzione della cultura e dell’industria creativa nella Norvegia del Nord.
Come antropologo, fotografo e filmmaker, ha condotto ricerche in Danimarca, in Groenlandia Occidentale, in Brasile e nella Norvegia del nord.

Informazioni

Data: Gio 11 Apr 2019

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : IIC Oslo

In collaborazione con : Comites

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Oslo, Oscarsgt. 56

780