Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Intimismo e virtuosismo - Duo Mastromarino - Salemme

Data:

30/01/2020


Intimismo e virtuosismo - Duo Mastromarino - Salemme

In collaborazione con l'Accademia dei Cameristi di Bari siamo lieti di presentare questo concerto affidato al clarinettista Matteo Mastromarino e alla pianista Flavia Salemme, giovani musicisti di talento, pluripremiati in concorsi internazionali e già lanciati verso una sicura carriera concertistica.

Dedicato al Duo clarinetto pianoforte, il programma inizia con la deliziosa Suite op 10 di Ferruccio Busoni, affresco di 6 brani in cui l’elegante cantabilità della centrale Elegia rappresenta un momento di pausa e di contrasto con il trascinante virtuosismo degli altri movimenti. Segue la Sonata op 167 di Camille Saint-Saëns, capolavoro di malizia, eleganza e struggente lirismo, pensato per valorizzare le differenti qualità dello strumento: morbidezza di suono, atmosfere crepuscolari, vivacità. Nella seconda parte, la Première Rhapsodie di Claude Debussy è una composizione ricca di atmosfere evocative, rappresentate da una costante alternanza tra slanci lirici e graffianti indugi ironici, in un contesto nel quale i due strumenti si trovano perfettamente in equilibrio tra loro. Scritta per il clarinettista Benny Goodman, la Sonata op 184 di Francis Poulenc, che chiude il programma si contraddistingue per la poetica invenzione musicale e la compostezza quasi classica delle forme.

Programma:
F. Busoni  - Suite op.10 - impromptu – barcarola – elegia – danza campestre - tema variato - serenata

C. Saint-Saëns -  Sonata op. 167 - allegretto – allegro animato – lento – molto allegro

***
C. Debussy  - Première Rhapsodie

F. Poulenc  - Sonata op. 184 - allegro tristement – romanza – allegro con fuoco

* * * * *

Matteo Mastromarino nasce a Statte (TA) e inizia il suo percorso musicale all’età di tre anni con suo padre, diplomandosi in clarinetto nel 2012 sotto la guida di Antonio Tinelli. Si perfeziona con Alessandro Carbonare presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ed ha recentemente concluso i suoi studi ottenendo il Master in Interpretazione Musicale nella classe di Romain Guyot presso l’Haute École de Musique di Ginevra. Viene premiato in concorsi internazionali, fra cui Accademia Musicale Pescarese, Ciro Scarponi, Saverio Mercadante, Marco Fiorindo, Malta Woodwind Competition e Lisbon International Clarinet Competition. Nel 2014 è accademista presso il Collegium Musicum Schloß Weißenstein di Pommersfelden e l’anno successivo viene invitato per suonare in qualità di solista il Primo Concerto in fa minore di Weber. Inoltre si è esibito come solista con l’Orquestra Metropolitana de Lisbõa e l’Orchestra della Magna Grecia. Ha collaborato con la Finnish Radio Symphony Orchestra di Helsinki, Ensemble Les Dissonances, Copenhagen Philharmonic, Orchestra del Teatro Carlo Felice, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Orchestra Luigi Cherubini. Sotto la direzione di Riccardo Muti, Fabio Luisi, Juraj Valchua, Jeffrey Tate, John Axelrod, Hannu Lintu, Nathalie Stutzmann, Andris Poga, Shlomo Mintz, Alexander Lonquich, Carlo Rizzari e Giampaolo Pretto. Ha suonato per Ravello Festival, Ravenna Festival, Yle (Finnish Radio), Philharmonie de Paris, Opera de Dijon, Philharmonie de Luxembourg, Auditorium del Lingotto di Torino, Teatro Comunale di Ferrara, LAC di Lugano, Victoria Hall de Genève, Auditorium Parco della Musica di Roma, Unione Musicale di Torino, Accademia Chigiana di Siena, Amici della Musica di Taranto e Festival Das Artes di Coimbra. Il 22 giugno 2016 viene premiato dal Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini durante la Giornata della Musica.
Di recente ha raggiunto le Final Sixteen della 73ma edizione del Concorso di Ginevra ed è stato selezionato per la prossima edizione dell’ARD International Music Competition.

Flavia Salemme si diploma (2014) con il massimo dei voti lode e menzione e si laurea (2015) con 110/110 e lode presso il Conservatorio "S. Pietro a Majella" di Napoli. Nel 2016 frequenta un corso di specializzazione in musica da camera presso la “Scuola di musica di Fiesole” nella classe del Trio di Parma e lo scorso ottobre consegue il Master di II livello in musica da camera sotto la guida
del M ° Pierpaolo Maurizzi e del Trio di Parma presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma Si classifica tra le prime tre posizioni in concorsi europei e internazionali tra cui New York, Londra, il quale le ha permesso di esibirsi nella "Elgar Room" della Royal Albert Hall, e Tallin in Estonia, dove si classifica in Trio al primo posto assoluto nella sezione musica da camera. Si esibisce sia come solista che in ensemble da camera, curando negli ultimi anni in particolare il repertorio contemporaneo. Ha tenuto concerti in Inghilterra, Svizzera (Uster, Zurich), Spagna (Sala Eutherpe- Leon, Shigeru Kawai Center- Madrid), Polonia ( "Feliks Nowowiejski” Academy-Bydgoszcz), all'Istituto Italiano di Cultura di Londra, presso Casa Verdi a Milano, Giardini la Mortella di Ischia presso la Fondazione Walton, al Teatro Comunale di Siracusa e al Politeama "Garibaldi" di Palermo, al Teatro Comunale e a Palazzo Chigi di Ariccia (Roma), Casa Mozart di
Rovereto, l'Anfiteatro di S. Maria Capua Vetere, l'Archivio di Stato di Salerno, Palazzo Zevallos di Napoli, ecc. Il prossimo 27 luglio eseguirà per intero l’opera del Si perfeziona sotto la guida del Maestro Leonid Margarius, studia composizione con il M °
Raffaele Salemme e cura l’interpretazione e la ricerca del repertorio contemporaneo per pianoforte sotto la preziosa guida del M° van Raat. Lo scorso aprile è stata ammessa in qualità di Master student presso il HKU Conservatorio di Utrecht, Olanda.

Informazioni

Data: Gio 30 Gen 2020

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : IIC Oslo

In collaborazione con : Accademia del Cameristi di Bari

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Oslo, Oscarsgt. 56

882