Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Suono Italiano 2020: Duo Valerio SCARANO, violino e Francesco MACCARRONE, pianoforte

Data:

20/02/2020


Suono Italiano 2020: Duo Valerio SCARANO, violino e Francesco MACCARRONE, pianoforte

Anche quest'anno questo Istituto ha il piacere di collaborare con il Progetto Suono Italiano - CIDIM - Comitato Nazionale Italiano Musica. Il primo incontro è a cura del Duo Valerio Scarano al violino e Francesco Maccarone al pianoforte. 

Programma: 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
Sonata n.21 in Mi minore K304 (13’)
Allegro
Tempo di Menuetto

Ludwig van Beerhoven (1770 – 1827)
Romanza in Fa maggiore op.50 (10’)

* * *

Valerio Scarano, nato a Brescia il 26 luglio 2003, ha iniziato lo studio del violino all’età di 6 anni ed attualmente frequenta il primo anno accademico (Laurea Triennale di I livello) presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano nella classe del maestro Mauro Loguercio. Valerio ha vinto nove primi premi della sua categoria in altrettanti concorsi in cui ha partecipato: XXV Concorso Internazionale Rovere d’Oro 2010 di San Bartolomeo al Mare, I Concorso Internazionale Mozart di Quinto Vicentino 2011, III Concorso Internazionale Città di Treviso 2011, XXIII European Music Competition Città di Moncalieri 2011, VI Concorso Nazionale Città di Piove di Sacco (Padova) 2013, XXI Concorso Internazionale 2013 di Cortemilia (Cuneo), XX Concorso Nazionale Città di Giussano 2015 (dove, oltre al primo premio, ha vinto il premio speciale Gabrio Piola), I Concorso Nazionale Città di Cremona 2016, III Edizione del Premio del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano 2017. Valerio è stato il più giovane solista ad aver mai suonato al Teatro Grande di Brescia avendovi eseguito il concerto di Oskar Rieding a soli 7 anni con l’orchestra del Conservatorio Luca Marenzio di Brescia. Ha eseguito più volte il concerto in la minore di Antonio Vivaldi con l’orchestra da camera L’Incanto Armonico e con l’orchestra di Padova e del Veneto. Recentemente ha debuttato il concerto di Bach in la minore con la Severoceska Filharmonie Teplice (Repubblica Ceca) e ha
tenuto una serie di concerti con l’Orchestra Giovanile Alpina di Udine eseguendo la Romanza di Beethoven e l’Introduzione e Rondò Capriccioso di Saint-Saens. A marzo 2019 ha vinto l’audizione della RCO Young, la nuova orchestra 14 – 17 anni del Concertgebouw, e per tutto il mese di agosto dello stesso anno ha partecipato al corso tenuto dalle prime parti del Concertgebouw cui hanno fatto seguito i concerti di musica da camera e i due sinfonici a Brussels e Amsterdam diretti da Pablo Heras Casado con la partecipazione di Julian Rachlin. Frequenta il terzo anno presso il Liceo Linguistico Lunardi di Brescia. Valerio suona un violino attribuito a Santo Serafino del 1715 gentilmente concesso dalla signora Luisa Folonari Materzanini di Brescia.

Francesco Maccarrone, nasce nel 1997 ad Aosta. Intraprende lo studio del pianoforte in età giovanissima, ereditando la passione musicale dallo zio Domenico Clapasson, pianista e compositore. All'età di nove anni è ammesso al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino nella classe del M° Claudio Voghera, sotto la cui guida si diploma, nel 2016, con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito inoltre MasterClass con i pianisti Aleksandar Madzar, Benedetto Lupo, Andrea Lucchesini, Pavel Gililov, Roberto Plano e Enrico Pace. Attualmente è iscritto all'Accademia di Musica di Pinerolo con il M° Gabriele Carcano. Ha partecipato a numerosi concorsi vincendo nel 2008 il 1° Premio al XIII Concorso Strumentistico Nazionale “Città di Giussano”; nel 2009 il 1° Premio assoluto al VII Concorso Musicale Nazionale “Comune di Cantalupa”; nel 2010 il 1° Premio al XXV Concorso Pianistico Nazionale “J. S. Bach - Città di Sestri Levante” e nel 2013 il 1° Premio assoluto alla XXVIII Concorso Pianistico Nazionale “J. S. Bach - Città di Sestri Levante”. Ha preso parte a numerosi recitals in molte città italiane suonando, tra l'altro, alla Reggia di Venaria, a Vercelli per la Camerata Ducale (vincendo nel 2017 il premio del pubblico come miglior concertista della rassegna), a Pisa, Genova, Monferrato, Sestri Levante e Torino, città dove ha tenuto inoltre diversi concerti per le prestigiose Stagioni Concertistiche dell'Unione Musicale nel 2013, 2017, 2018 e 2019. Nel 2015 ha inaugurato la Stagione Concertistica del Conservatorio di Torino, eseguendo il Primo Concerto per pianoforte e orchestra in mi minore op.11 di Fryderyk Chopin, accompagnato dall'orchestra del Conservatorio, sotto la direzione del M° Giuseppe Ratti. In seguito, è stato invitato dal Gruppo Dirigenti Fiat a replicare il Concerto di Chopin al Teatro Lingotto di Torino per il tradizionale concerto di primavera. Nel 2017 è risultato vincitore delle borse di studio “Premio Stefano Tempia” e “Talenti Musicali” della fondazione CRT. Nel 2018 diventa borsista “De Sono” e riceve inoltre la borsa di studio messa a disposizione dall’ “International Music Academy” del Liechtenstein, grazie alla quale ha preso parte all’ “Intensive Week” tenuta dal Maestro Pavel Gililov. Nello stesso anno è stato invitato, su iniziativa del Ministero della Cultura del Bahrain, a tenere un recital nella capitale Manama. Ha all’attivo anche numerose collaborazioni cameristiche, tra le quali quella con il mezzosoprano Laura Capretti e con il violoncellista Davide Maffolini e il violinista Francesco Bagnasco. Con questi ultimi sta frequentando il Biennio di specializzazione in musica da camera presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino 

Informazioni

Data: Gio 20 Feb 2020

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : IIC Oslo

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Oslo, Oscarsgt. 56

899