Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Musica e Memoria. Concerto per pianoforte con Enrico Maria Polimanti.

Polimanti7.9.23

Gesto involontario e necessario della nostra mente, la memoria affiora, irrompe, opprime o dà piacere all’esistenza. In maniera diretta o indiretta essa interviene anche nel processo creativo, condizionandolo. Il programma propone musiche composte dagli inizi del Novecento ad oggi che in modo differente esprimono tutte la dimensione del ricordo.

PROGRAMMA:

Valentyn Silvestrov: 3 Bagatelle op. 1

Francesco Giammusso: Improvviso

Nino Rota: 3 Preludi

Federico Mompou: 3 Paisajes

Stefano Scatozza: 3 Fotogrammi (Passeggiata, Neve, Danza asimmetrica)

Heitor Villa – Lobos: A lenda do caboclo, Valsa da Dor

Philip Glass: Etude 16, Etude 17 (da Magic Psalm di Allen Ginsberg)

Matteo Buzzanca: Immaginando Buenos Aires (2023 – prima esecuzione assoluta)

***
Enrico Maria Polimanti si muove con sicurezza all’interno di un repertorio che si estende da Lodovico Giustini a Caroline Shaw. “La bellezza timbrica e la capacità comunicativa delle sue esecuzioni” (Jeremy Siepmann) nascono da un approccio sentito, colto e olistico all’arte del suonare. Nelle sue interpretazioni l’aspetto istintivo e quello intellettuale si fondono in modo naturale, con l’intento di aderire al pensiero del compositore.

Si è esibito come solista e in formazioni da camera nelle più importanti città europee e negli Stati Uniti. Ha collaborato con Adrian McDonnell, James Lockhart, Massimo Pradella, Flavio Emilio Scogna, Trio Ludwig, Monesis Ensemble, Francesco Dillon, Andrea Noferini, Giulio Plotino, Marco Serino, Luciano Giuliani, Claudio Cavalletti, Fausto Anzelmo, Mark Kroll, Costantino Mastroprimiano, Marcello Nardis, Lydia Easley, Anna Clementi, Ermanno Veglianti, Angelo Colone, Consorzio Liberi Musicisti, Sandro Cappelletto, Giovanni Scifoni, Gaia Messerklinger.

Ha inciso per le case discografiche Naxos, Brilliant Classics, Tactus e Da Vinci, ricevendo consensi da parte della critica internazionale (American Record Guide, Fanfare, Classics Today, Fono Forum, Klavier.de, Pianist Magazine, Record Geijutsu, Musica). Sue esecuzioni sono state inoltre registrate e trasmesse in Italia (Radio Tre, Radio Vaticana, Radio Classica, Radio Cemat), Francia, Inghilterra, Canada, Stati Uniti, Svizzera, Germania, Nuova Zelanda, Portogallo, Romania e Austria.

polimanti7.9.23

  • Organizzato da: IIC Oslo